Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Thomas Emmrich, il campione al di là del muro

I muri dividono, reprimono e soffocano i sogni, le idee e le passioni degli uomini. 

La storia di Thomas Emmrich (Berlino, 21 luglio 1953) l'ho scoperta a 30 anni dalla caduta del muro di Berlino, cercando campioni di tennis della Germania dell'Est. La DDR però supportava solo gli sport olimpici - di cui il tennis non faceva parte (fu escluso dai Giochi dal 1928 fino al 1988, salvo una piccola parentesi nel 1968 a Città del Messico) - per ostentare medaglie a soli scopi propagandistici e a danno della salute degli atleti, considerati di proprietà dello Stato e dopati nell'ambito di un programma denominato 14.25. Inoltre, rispetto ad altri paesi del blocco dell'Est, la DDR non consentiva ai tennisti di recarsi all'estero per partecipare ai tornei ATP.

Emmrich dunque non ebbe mai la possibilità di abbandonare il Paese, un sogno condiviso agli inizi degli anni Settanta con Martina Navratilova con la quale ebbe una relazione, prima che lei disertasse chiedendo asilo a…

Ultimi post

RF Tennis Blog ospita Tennisollywood che parla di Federer

Thirty30 Tennis - Un sistema di punteggio alternativo

Tennis Attack Attitude and Performance Index (TAAPI) - versione 2

5 punti fondamentali della filosofia del tennis quotidiano

Sull'armonia e il valore del momento

Sulla consapevolezza nel tennis e sulla voglia di vincere

Il tennis e una suggestiva sequenza di numeri

La legge del tennis è uguale per tutti

Il record palindromico e la vertigine dissacrante della rimozione del limite.

Quei 5 secondi di impareggiabile felicità a Wimbledon